PNL: i ruoli di Bandler, Grinder e Pucelik alle origini della PNL

I co-fondatori della PNL: Bandler, Grinder, Pucelik

I co-fondatori della disciplina originariamente chiamata Meta (fonte Frank Pucelik) e successivamente denominata Programmazione Neuro Linguistica (PNL) sono stati tre (e non due come molti erroneamente pensano): in rigoroso ordine alfabetico Richard Wayne Bandler, John Thomas Grinder e Franklin Robert “Frank” Pucelik (più semplicemente Richard Bandler, John Grinder e Frank Pucelik), come abbiamo già visto in altri contributi (citati in fondo all’articolo).

Ruoli e contributi alle origini della PNL

Il nostro responsabile didattico, dott. Andrea Frausin, ha chiesto a Frank Pucelik in un’intervista del 2015 (visibile nel presente contributo con sottotitoli in italiano) quali erano stati i ruoli ed i contributi dei tre co-creatori della PNL alle origini della stessa, essenzialmente dal 1971 a circa gli inizi del 1977.

Molto complesso farlo, dato che i ruoli tra i tre, come Frank evidenzia, cambiavano spesso in modo dinamico: i tre infatti condividevano tra di loro le proprie esperienze ed abilità e ciò consentiva a ciascuno di loro di acquisire quelle meno sviluppate dagli altri, in un produttivo e continuo scambio “sul campo”.

All’inizio (metà – fine 1971) erano in due, Frank Pucelik e Richard Bandler.  Pucelik e Bandler tenevano assieme dei gruppi di Gestalt presso l’Università della California Santa Cruz (UCSC) – Kresge College, dove Frank era allora studente.

Dopo alcuni mesi che Pucelik e Bandler collaboravano, facendo assieme due o tre sessioni di formazione a settimana, Bandler invitò ai gruppi che loro conducevano un nuovo professore di linguistica, John Grinder, per aiutarli a fare meglio quello che facevano (o, secondo Grinder, per imparare a trasferire a terzi quello che facevano).

La nascita di Meta / PNL

Grinder presenziò a tre o quattro sessioni osservando Pucelik e Bandler lavorare mentre conducevano gruppi di Gestalt. Successivamente poneva delle domande a Pucelik e Bandler per meglio comprendere gli schemi linguistici e gli altri schemi che aveva identificato attraverso l’attenta osservazione. In quel momento i tre si accorsero che stavano facendo qualcosa di veramente speciale.

Per Frank Pucelik era durante queste due o tre sessioni formative di gruppo con la Gestalt che era nata la PNL (all’epoca chiamata Meta, nome che tra l’altro meglio rispecchiava la natura di meta-disciplina della PNL, cioè di una disciplina che ha sviluppato dei metodi per studiare altre discipline).

Bandler, Grinder e Pucelik trascorsero assieme all’incirca i successivi 6 anni. Interagirono assieme per svariati mesi da soli, successivamente si aggiunsero a questo speciale gruppo altri membri.

La “prima generazione” della PNL

“Durante le classi all’Università di John [Grinder] e duranti le classi di formazione Gestalt di Richard [Bandler] e mie [Frank Pucelik], abbiamo trovato persone che ci piacevano e/o persone che volevano unirsi al “gruppo di studio” che avevamo formato […] Secondo me [Frank Pucelik] questo gruppo di persone furono la “prima generazione” di persone della PNL. In questo gruppo c’erano Joyce Michaelson, Revelyan Houck, Marilyn Moskowitz, Jeff Paris, Lisa Chiara, Ilene McCloud, Ken Block, Terry Rooney, Jody Bruce, Bill Polansky, Devra Canter, ed ancora una persona  che ha scelto di restare anonima. […]” tratto da Origins Of NLP, edited by John Grinder & Frank Pucelik, 2013, Crown House Publishing UK, traduzione di Andrea Frausin. La prima generazione collaborò dal 1971 al 1973.

La “seconda generazione”  della PNL

La seconda generazione (inizi 1973- metà 1974) era composta da: Michael Patton, Peter Gaarn, Gary Merrill, David Wick, Devra Canter, Jody Bruce, Joyce Michealson, Marilyn Mokovitwz, Ken Block, Terry Rooney, Patrick Rooney, Lisa Chiara, Trevelyan Houck (fonte Origins of NLP pag. 269-270)

La “terza generazione” della PNL

La terza generazione (tardo 1974 fino metà 1977) era composta da: Steve Gilligan, Judy DeLzier, Robert Dilts, Leslie Cameron, David Gordon, Byron Lewis, Jim Eicher, Paul Carter, Terry McClendon, Jody Bruce, Ken Block, Marilyn Moskowitz, Gary Merrill, Devra Canter, Terry Rooney, Joyce Michaelson, Trevelyan Houck (fonte Origins of NLP pag. 270).

Ruoli e contributi alle origini della PNL (continua)

All’inizio dunque erano Frank Pucelik e Richard Bandler, poi si aggiunse John Grinder. Successivamente le cose cambiarono e Frank Pucelik assunse un ruolo fondamentale: era l’unico dei tre ad essere presente costantemente nei gruppi di pratica e sperimentazione e nel gruppo ristretto Bandler-Grinder-Pucelik.

Ecco il video, sottotitolato in italiano, per maggiori informazioni su ruoli e contributi dei tre co-fondatori alle origini della PNL, direttamente dalla bocca del suo co-fondatore Frank Pucelik:

Come formarsi in Italia con Frank Pucelik

Diventa un trainer in Programmazione Neuro Linguistica (PNL) certificato con il suo co-fondatore Frank Pucelik e con Andrea Frausin, per la prima volta in Italia

Original NLP International Trainers Training

 

Articoli che ti possono interessare

La vera nascita della PNL 

La vera nascita della PNL

 

Co-fondatori PNL: Frank Pucelik, come mai è così poco conosciuto ai più?

Co-fondatori PNL: Frank Pucelik, come mai è così poco conosciuto ai più?

 

Frank Pucelik, oltre 30 anni di silenzio

Frank Pucelik, oltre 30 anni di silenzio

 

Frank Pucelik: le peculiarità del suo approccio alla PNL

Frank Pucelik: le peculiarità del suo approccio alla PNL

 

 

La dedica a Bandler di Grinder e Pucelik

Grinder e Pucelik dedicano il libro Origins of NLP a Richard Bandler

Ci ha fatto molto piacere leggere nel libro Origins of NLP, edited by John Grinder & Frank Pucelik, Crown House Publishing, 2013, la cui lettura suggeriamo vivamente a chi si interessi di Programmazione Neuro Linguistica, la dedica dei due co-fondatori della PNL Grinder e Pucelik al terzo co-fondatore, che ha deciso di non partecipare alla scrittura del libro, Richard Bandler.

La tua voce non è qui, solo l’eco. La tua intelligenza, il tuo essere senza paura, e la tua presenza appaiono in molte delle narrazioni. Abbiamo formato una squadra noi tre [Bandler, Grinder e Pucelik], poi due di noi [Bandler e Grinder], e contro ogni previsione, abbiamo avuto successo nel creare qualcosa di distintivo e radicale e l’abbiamo liberato nel mondo.

E’ stata una grande avventura

John Grinder

Frank Pucelik

[traduzione a cura di Andrea Frausin; le note in parentesi sono dello stesso Andrea Frausin]

La vera nascita della PNL

Siamo agli inizi degli anni ’70 presso l’Università di Santa Cruz in California, una delle università americane all’epoca più ambite, dove si incontrano il reduce dal Vietnam e studente presso la stessa Università Frank Pucelik e un frequentatore degli ambienti universitari (sebbene ancora non iscritto) Richard Bandler.

Entrambi conducevano gruppi di terapia della Gestalt e, per risparmiare dei soldi, decidono di condurre insieme i gruppi di terapia.

Dopo qualche tempo, Bandler decide di invitare un giovane e promettente professore di linguistica, in precedenza capitano dei marines di stanza in Europa in operazioni di controspionaggio durante la guerra fredda, il dr. John Grinder.

I tre iniziano a cooperare assieme e, con la collaborazione di un ristretto gruppo di persone, prevalentemente studenti dell’Università di Santa Cruz, creano, attraverso un metodo chiamato modellamento PNL, un insieme di modelli che sarebbero poi diventati la Programmazione Neuro Linguistica.

I tre co-fondatori della PNL

I tre collaboreranno assieme per circa 6 anni, con gruppi via via diversi che contribuivano alla fase di test dei pattern (schemi) sviluppati in migliaia di ore di intensa attività. Nota che i nomi più noti oggi della PNL sono quelli degli appartenenti alla cosiddetta “terza generazione”, cioè hanno collaborato allo sviluppo della PNL dal tardo ’74 fino a circa la metà del ’77.

Frank partecipava sia alle riunioni con Bandler e Grinder sia a tutte le sperimentazioni nei gruppi di pratica che si sono susseguiti negli anni fino a quando ha deciso di lasciare Santa Cruz.

Ma come mai la figura di Frank Pucelik, il terzo co-fondatore della PNL come riconosciuto dallo stesso John Grinder, è così sconosciuto ai più e non compare nelle varie storie sulle origini della PNL che si trovano in giro nei libri e nei seminari?

Lo scopriremo nel prossimo contributo.

 

Come formarti con Frank Pucelik

Diventa un trainer in Programmazione Neuro Linguistica (PNL) con il suo co-fondatore Frank Pucelik e con Andrea Frausin, per la prima volta in Italia

Original NLP International Trainers Training

 

Prossimo articolo

Co-fondatori PNL: Frank Pucelik, come mai è così poco conosciuto?

 

Articolo che può interessarti

Le vere origini della PNL di Andrea Frausin

 

Il Secondo Modello della PNL: sistemi rappresentazionali

{reg}Terza parte della storia della PNL: lo sviluppo di un nuovo schema, nato in maniera molto casuale.{/reg}

{pub}Terza parte della storia della PNL: lo sviluppo di un nuovo schema, nato in maniera molto casuale.{/pub}

Continua a leggere Il Secondo Modello della PNL: sistemi rappresentazionali

Storia della PNL: la Prima Collaborazione

{reg}Seconda parte della storia della PNL: l’inizio della collaborazione tra Bandler e Grinder e i loro primi esperimenti.  {/reg}

{pub}Seconda parte della storia della PNL: l’inizio della collaborazione tra Bandler e Grinder e i loro primi esperimenti. {/pub}

 

Continua a leggere Storia della PNL: la Prima Collaborazione

Storia della PNL: la Separazione dei fondatori

{reg}Quinta parte della storia della PNL: i due co-fondatori decidono di prendere strade diverse, non senza qualche difficoltà.{/reg}

{pub}Quinta parte della storia della PNL: i due co-fondatori decidono di prendere strade diverse, non senza qualche difficoltà.{/pub}

Continua a leggere Storia della PNL: la Separazione dei fondatori

Storia della PNL: la crescita della PNL

{reg}Quinta parte della storia della PNL: Bandler e Grinder continuano i loro studi e la PNL comincia a diffondersi e ad essere insegnata e praticata da un gruppo sempre più ampio di persone.{/reg}

{pub}Quinta parte della storia della PNL: Bandler e Grinder continuano i loro studi e la PNL comincia a diffondersi e ad essere insegnata e praticata da un gruppo sempre più ampio di persone.{/pub}

Continua a leggere Storia della PNL: la crescita della PNL

John Grinder: la biografia

 

John Thomas Grinder (nato 1940), insieme a Richard Bandler, è il fondatore della PNL.

Primi Anni

John Thomas Grinder Jr si è laureato in Psicologia all’Università di San Francisco nei primi anni ’60. Poco dopo si arruolò nei berretti verdi, e prese servizio in Europa durante la Guerra Fredda. Da lì passò poi a lavorare per la CIA e i servizi segreti americani. L’esperienza europea lo portò a dover assumere varie identità in diversi Paesi. Per farlo era necessario non solo una grande familiarità con la lingua, i modi di dire, la pronuncia ma anche sul modo di pensare e di comportarsi. Questa attività lo aiutò a esercitare abilità e modi di pensare che poi sarebbero tornati utili nello sviluppo della PNL
Alla fine degli anni ’60 torna in America a studiare linguistica, conseguendo un master presso l’Università della California nel 1971.

Dopo il master Grinder diventa professore associato all’Università della California, a Santa Cruz, presso la facoltà di linguistica. La sua ricerca accademica si concentrava sulle teoria di Noam Chomsky sulla grammatica trasformazionale, che in quel periodo stavano diventando la nuova teoria dominante nel campo. L’interesse per il lavoro di Chomsky divenne poi molto importante nella creazione della PNL.

Nascita della PNL

Nel 1972 Grinder viene contattato da uno studente di psicologia, Richard Bandler, che gli chiede aiuto per modellare la terapia Gestalt. Bandler e Grinder cominciarono quindi a modellare vari pattern di comportamento cognitivo dei migliori terapisti: prima Fritz Perls, poo Virginia Satir e Milton Erickson. I risultati furono pubblicati in La Struttura Della Magia (1975) e Pattern di Teniche Ipnotiche di Milton H. Erickson (1975). Questi libri diventarono poi la base su cui è stata costruita la Programmazione Neuro Linguistica

Bandler e Grinder cominciarono a tenere seminari a gruppi di pratica, che servivano a esercitare e testare i pattern scoperti oltre che a trasmetterli agli altri partecipanti. Da quelle sessioni nacquero vari libri, tra cui Frogs To Princes (1979). In questo periodo attorno ai due si formò un gruppo di studenti e pricoterapeuti che diede importanti contributi alla PNL: Robert Dilts, Leslie Cameron-Bandler, Judith Delozier, Stephen Gilligan, David Gordon.

Nel 1980 il gruppo si sciolse, non senza dei forti contrasti e molti membri continuarono a sviluppare la PNL in direzioni diverse. Nacque una forte disputa tra Bandler e Grinder, con il primo che provò a proclamarsi come unico vero fondatore della PNL, e proprietario del marchio. Il tribunale poi stabilì che era diventato un termine generico, ed emersero documenti che provavano senza ombra di dubbio che sia Bandler che Grinder potevano essere considerati co-fondatori della disciplina.

Il Nuovo Codice

Tra il 1982 e il 1987 Grinder e Judith Delozier collaborarono per sviluppare la PNL Nuovo Codice, infleunzati dall’antropologo Gregory Bateson e dalla sua forte attenzione all’ecologia e al costrutto psicologico. Il Nuovo Codice dava una nuova struttura al vecchio correggendo quelli che per Grinder erano “errori di codifica” e fornendo una cornice che dava più attenzione all’ecologia e alla mente inconscia. L’ecologia intesa come rispetto dell’integrità del sistema durante il cambiamento, dove il sistema era il modo con cui la persona vededva il mondo e le conseguenze di quella visione sui suoi pensieri ed azioni. I risultati di questo lavoro confluirono nel libro Turtles All The Way Down.

Grinder ha poi continuato la sua opera insieme a Carmen Bostic St Clair all’interno della Quantum Leap Inc.
Oggi Grinder continua la sua opera di sviluppo della PNL, impegnato ad affinare la disciplina e a stabilire un nucleo di conoscenze e teorie unitario che possa essere riconosciuto chiaramente come PNL. Il rischio, secondo Grinder, è che altre discipline traggano da essa singoli elementi finchè la PNL cesserà di essere una disciplina unitaria: soprattutto perchè, sostiene, troppi si limitano ad usare pattern e modelli già testati senza ricercare nuove strade e nuove soluzioni.

Grinder ha dedicato la vita alla ricerca di pattern di eccellenza, presi da geni in differenti campi. Lo scopo della PNL era appunto riconoscere questi pattern, questi modelli di comportamento, e replicarli per diffondare a tutti queste eccellenze. Il modellamento è l’utilizzo più alto della PNL e viene insegnato da Grinder ai più esperti praticanti in tutto il mondo, durante i suoi continui viaggi con la moglie Carmen Bostic St Clair